If a man…

“Se un uomo in sogno attraversasse il Paradiso e qui gli venisse offerto un fiore come prova d’esserci stato, e al risveglio si trovasse con quel fiore in mano….e allora?”

 

“If a man could pass through Paradise in a dream, and have a flower presented to him as a pledge that his soul had really been there, and if he found that flower in his hand when he awake – Aye, what then?”

Samuel Taylor Coleridge

Clés d’or

“Simboli ipnotici

intessuti di vastità

si adagiano sui palmi delle mani.

Incisi in un sogno dai contorni sbiaditi,

macchiati di un inchiostro ancestrale.

Li scorgo nell’irrealtà di un’illusione,

chiavi dorate del cosmo interiore.

Alzo gli occhi al cielo e

la loro essenza mi trasporta oltre

le pareti di cartapesta della coscienza.

Un volo verso l’infinito

Una danza sublime.”

 

Noi abbiamo sognato il mondo

“Il più grande mago (dice Novalis) sarebbe quello che stregasse se stesso fino ad accettare le sue fantasmagorie quali apparizioni autonome. Non è forse il nostro caso? Credo di sì. Noi (quell’indivisibile divinità che opera in noi) abbiamo sognato il mondo. L’abbiamo sognato durevole, misterioso, visibile, onnipresente nello spazio e stabile nel tempo; ma abbiamo consentito a tenui ed eterni intervalli di illogicità nella sua architettura così da poter sapere che è falso”.

Jorge Luis Borges

La vita è un sogno

“Cambiano i pensieri, cambia l’esperienza della vita.

Nella tradizione sciamanica viene insegnato che, quando si cambiano le proprie credenze

su una relazione o un avvenimento, viene prodotto un contemporaneo cambiamento

anche sul piano fisico della realtà.

Le nostre aspettative, ciò su cui intratteniamo l’attenzione, attraggono il loro equivalente

materiale; le vicende della nostra vita sono il risultato delle nostre convinzioni.

Come risultato di questa visione dell’esistenza i Kahuna affermano che la vita è un sogno

e che mentre sognamo, gli avvenimenti della nostra vita si concretizzano sul piano

materiale. Pertanto la realtà si trova nella dimensione mentale e quella che chiamiamo vita

reale è il sogno; in particolare, quello che stiamo vivendo nel presente, è solo uno dei

nostri innumerevoli sogni.

Queste affermazioni sono difficili da accettare, perché tutti abbiamo esperienza delle cose

che vediamo e tocchiamo, le consideriamo assolutamente reali e in merito non abbiamo

alcun dubbio.

Ma ogni cosa nell’Universo è composta di atomi aggregati tra loro, all’interno dei quali

delle particelle infinitesimali ruotano su orbite molto distanti l’una dall’altra, lasciando tra

loro grandi spazi vuoti. Se fosse possibile vedere l’Universo attraverso una enorme lente

d’ingrandimento, ci sembrerebbe vuoto!

Negli atomi quella che viene definita materia è pura energia, che vibra a diverse

frequenze. Questo è ciò che afferma anche la fisica quantistica.

Il motivo per il quale il nostro corpo non penetra attraverso i muri è che i rispettivi campi

energetici vibrano a frequenze, talmente simili tra loro, da interferire. Invece, per esempio,

i raggi X e le microonde penetrano attraverso il nostro corpo, senza che ce ne accorgiamo,

perché hanno vibrazioni ad alta frequenza.”

Paola Dianetti Lo sciamanesimo hawaiano

Siete divinità…

 

“Guardo negli occhi le persone che incontro sul mio cammino e scorgo in ciascuna una divinità che ha dimenticato il motivo per cui è venuta sulla Terra. Talvolta un piccolo barlume di consapevolezza accende lo sguardo del passante e i sogni dell’infinito vi passano attraverso, illuminando il viso di autentica bellezza. Ma sopra alle teste si erge l’imperitura ombra della paura, tenace battagliera dell’oscurità, che ricerca il ricongiungimento con il piano emotivo. Con un pensiero di sconfitta tutti i condizionamenti mentali che sono stati instillati fin dalla nascita possono riportarci alla realtà illusoria nella quale ognuno ha creato le proprie prigioni. Con un pensiero di gloria possiamo intraprendere una nuova via e abbandonare gli inganni della mente per vivere nell’armonia cosmica”.

Irene Belloni

Love is my religion

“L’amore è la mia religione

Ti porterò al tempio stanotte

In tutti i miei giorni cerco

Per scoprire se la vita ne vale la pena

Attraverso i libri e le bibbie del tempo

 

Mi sono deciso

Io non condanno, non converto

Questo è il richiamo che hai udito

Da tutti gli amanti alla gente

Perchè nessuno perderà la sua anima

 

L’amore è la mia religione

Non puoi prendere o lasciare

E non devi crederci

Non voglio combattere

Andiamo a far volare un aquilone

non c’è nulla che lui non possa curare

E ti stringerò al sicuro tra le mie braccia

Perciò non lasciare che nessuno ci fermi

 

Gli spiriti liberi devono volare

Con te condivido il dono

Il dono che ora conosciamo

 

L’amore è la mia religione

Ti ho detto che non puoi prendere o lasciare

non devi crederci

 

Beh, ho smesso di cercare ora

Ho scoperto che vale la pena questa vita

Non l’ho scoperto sui libri

Ma cercando nella mia mente”.

 

Ziggy Marley