Pessoa

 

“Sono un guardiano del gregge

Il gregge sono i miei pensieri

E i miei pensieri sono tutti sensazioni.

Penso con gli occhi

e con le orecchie

E con le mani e coi piedi

E con il naso e con la bocca..

Pensare un fiore, è vederlo e respirarlo.

E mangiare un frutto è saperne il senso.

Ecco perché quando un giorno di caldo

Mi sento triste di goderne tanto,

E mi stendo completamente nell’erba,

E chiudo gli occhi che bruciano,

Sento che tutto il corpo è steso nella realtà,

So la verità e sono felice.

Tu dici, vivi nel presente;

Vivi solo nel presente.

Ma io non voglio il presente,

voglio la realtà:

Voglio le cose che

esistono, non il tempo

Che le misura.

Cos’è il presente?

È qualcosa di relativo al passato e al futuro.

È una cosa che esiste in funzione dell’esistenza

Di altre cose.

Ma io voglio la sola realtà,

le cose senza presente.

Non voglio includere il tempo nel mio schema.

Non voglio pensare le cose in quanto presenti:

Le voglio pensare in quanto a cose.

Non le voglio separare da esse stesse,

Trattandole come presenti.

Non dovrei nemmeno trattarle come reali.

Non dovrei trattarle affatto.

Dovrei solo vederle, semplicemente vederle;

Vederle fino al punto di non poterle pensare,

Vederle fuori dal tempo, fuori dallo spazio,

Vederle con la facoltà di toglier tutto tranne il visibile.

Ecco la scienza del vedere, che non è scienza”

Fernando Pessoa

Pessoa

“Sogno, e come un soffio
Attizza il fuoco della brace,
Il cuore mio luccica di un passato
Che non riesco a ricordare.
Come il fiammeggiar delle braci
Non è il fuoco, ma un segno di fuoco,
Io disperdo il tesoro vuoto
Del mio senso di me stesso.
Come la pioggia nel mare
Io mi dissolvo dentro a me”
.
Fernando Pessoa

Fernando Pessoa

“Quando l’erba crescerà sulla mia tomba,

Sia lì il segno che mi si dimentichi del tutto.

La Natura mai si ricorda, per questo è bella.

E se si prova il bisogno morboso di ‘interpretare’

L’erba verde sulla mia tomba,

Dite pure che continuo a verdeggiare e ad essere naturale.

Credo al mondo come a una margherita,

Perchè lo vedo… Ma non penso ad esso,

Perchè pensare ad esso non è capirlo…

Il Mondo non si è fatto perchè pensiamo  a lui,

(pensare fa male agli occhi)

Ma perchè lo guardiamo con un senso di accordo…

Io non ho filosofia, ho dei sensi.

Se io parlo della Natura, non è che sappia ciò che è,

Ma perchè l’amo, e l’amo per la ragione

Che colui che ama mai non sa quel che ama,

Nè sa perchè ama, nè cos’è amare.

Amare è l’innocenza eterna,

E l’unica innocenza è quella di non pensare.”

 

Fernando Pessoa