Diventa l’amare

 

“L’amore dischiude l’infinito, l’eternità dell’esistenza.

Perciò, se hai mai amato, si può fare dell’amore una tecnica di meditazione. La tecnica è

questa: “Mentre vieni accarezzata, dolce principessa, entra in quella carezza come vita

eterna”. Amando, non restare in disparte; ama e spostati nell’eternità. Quando ami

qualcuno, sei forse lì in quanto amante? Se tu ci sei nel tempo e l’amore è falso,

solamente una finzione. Se ci sei ancora e riesci a dire: “Io sono”, puoi essere fisicamente

vicino, ma spiritualmente sei all’estremo opposto. Quando sei innamorato, il tu non ci deve

essere; solo l’amore, solo l’amare. Diventa l’amare. Mentre accarezzi la persona amata,

diventa la carezza; mentre baci, non essere colui che bacia o colei è baciata: sii il bacio!

Dimenticati completamente dell’ego: dissolvilo nell’atto, trasferisciti nell’atto così

profondamente da annullare colui che agisce. Se non riesci a trasferirti nell’amore, ti sarà

difficile trasferirti nel mangiare o nel camminare, molto difficile, perché l’amore è

l’approccio più facile per dissolvere l’ego. Ecco perché coloro che sono egoisti non

possono amare: possono parlare d’amore, possono cantarlo, possono scriverne, ma non

possono amare. L’ego non può amare! Shiva dice di diventare l’amare. Quando sei

nell’amplesso, diventa l’amplesso, diventa il bacio. Dimenticati di te stesso così totalmente

da poter dire: “Io non esisto più. Esiste solo l’amore”. Allora il cuore non pulsa più, ma

pulsa l’amore. Il sangue non circola più: circola l’amore. Gli occhi non vedono più: l’amore

che vede. Le mani non si muovono per toccare: è l’amore che si muove per toccare.

Diventa amore ed entra nella vita eterna. L’amore cambia improvvisamente la tua

dimensione: sei gettato fuori dal tempo e sei faccia a faccia con l’eternità. L’amore può

diventare una meditazione profonda possibile. E, a volte, gli amanti hanno conosciuto ciò

che neanche i santi hanno conosciuto, hanno toccato quel centro che molti yogin hanno

mancato. Ma sarà solo una visione fugace, a meno che non trasformi il tuo amore in

meditazione. Il Tantra intende proprio questo: la trasformazione dell’amore in meditazione.

Ora puoi capire perché il Tantra parla tanto dell’amore e del sesso. Come mai? Perché

l’amore è la soglia più naturale e più facile da cui trascendere questo mondo, questa

dimensione orizzontale. Guarda Shiva con la sua consorte Devi. Guardali! Non sembrano

essere due: sono tutt’uno. L’unità è così profonda che è andata a finire persino nei simboli.”

Osho Il libro dei segreti

Pessoa

“Sogno, e come un soffio
Attizza il fuoco della brace,
Il cuore mio luccica di un passato
Che non riesco a ricordare.
Come il fiammeggiar delle braci
Non è il fuoco, ma un segno di fuoco,
Io disperdo il tesoro vuoto
Del mio senso di me stesso.
Come la pioggia nel mare
Io mi dissolvo dentro a me”
.
Fernando Pessoa

La vita è un continuo infinito presente

“Al sorgere di un nuovo giorno, la vostra vita ha il potere di creare dall’inizio una storia: la vostra.

Vi sono stati donati giorni di luce perchè poteste colorare il vostro sogno. Ogni aurora porta con sè il dono della nuova vita ed il potere del creato di fare di voi degli esseri spiritualmente potenti.

Ogni ora che vi separa dalla notte può significare molte cose. Ogni secondo della vostra Vita è prezioso e va vissuto sempre nel modo migliore. Poi arriva la notte, che dovrebbe condurvi al centro di voi stessi. Ogni sua ora è degna di essere vissuta nel più profondo dell’anima. Ogni suo secondo è un dono da valorizzare come prezioso.

Tanti piccoli attimi di infinita vita collegati gli uni agli altri a formare lo scorrere inesorabile del tempo che fluisce e va, non torna più e porta via con sè sempre una parte anche di voi.

Il tempo, bene prezioso per il riposo del corpo e della mente, quasi sempre abbandonato alle vostre spalle, porta con sè tutte le vostre infinite possibilità sprecate di vita e i sogni futuri di momenti migliori.

Nel passato trovate i vostri sogni mai realizzati e le promesse vane di impegni di domani. Ma oggi? Il tempo è già stato. Non torna. Quello che avete oggi compiuto, non è più. E’ già da voi lontano ed è stato immagazzinato nel mondo effimero dei vostri ricordi. E domani, tempo che forse verrà. Domani ancora lontano sarà comunque non eterno. Un alternarsi di ieri e domani.

Ma ora? Chi sei ora?

L’eternità che sei ora ti sfugge di mano, mentre ricordi di ieri e ti perdi nelle speranze del domani, che neppure sai se per te ci sarà.

Quello che sei ora e che stai vivendo non è mai proiettato nel momento attuale ma è sempre ieri o domani. Hai dimenticato di vivere questo momento che chiami tempo e che è oggi.

Così hai dimenticato di vivere la vita, perchè la vita è il semplice momento, questo e nessun altro: sempre e solo adesso.

L’adesso porta in sè tante verità. Essere qui presenti in questo momento è l’unica cosa che deve essere importante per l’uomo.

Cominciare a vivere significa cominciare da adesso: ora, questo momento, che è comunque unico e che rende la propria esistenza molto speciale.

Abbandona il ricordo di ciò che è stato ieri e la speranza di quello che sarà il sogno di domani ed assapora con gioia ORA. La vita non è nient’altro che questo. E’ così semplice che la mente umana non riesce neppure a percepirlo. La vita è un continuo infinito presente.

Tanti momenti di un unico momento: ORA”.

Patrizia Umilio Il Quadro Rosa

Solleva lo sguardo oltre le cose terrene…

 

 

“Imperiture forme invisibili si alternano oltre la dimensione della mente. Dentro ad ogni realtà vi è uno spazio eterico dove tutto accade e quando incominci ad intravederne i contorni, comprendi che, sollevando lo sguardo oltre le cose terrene, hai l’opportunità di oltrepassare la terza dimensione”.

 

Irene Belloni

 

Tra le fenditure della notte

 

Impercettibile cretto tra le fenditure della notte,

quiete assordante fra le fronde silenti.

Il fumo bluastro mi volteggia accanto:

roteante vortice impalpabile,

attillato mantello che avviluppa l’animo.

La roboante pace dello spazio sidereo

Mi parla con parole di perla,

tesoro del senso-intenso.

Il battito del cuore è in un sincrono astratto

col baluginio impressionista

della volta celeste,

tela permeante dell’ignoto in cui svanisco…

Massimiliano Cantone