La manifestazione visibile della mente

“Tutta l’esistenza fenomenica, tutte le cose dell’esistenza ciclica e il nirvana sono le visibili manifestazioni dell’unica ed essenziale natura della propria mente. Questo è noto perchè quando il proprio continuum mentale subisce un cambiamento, sorge la visibile manifestazione di un cambiamento esterno. Dunque tutte le cose sono la manifestazione visibile della mente”.

Il libro tibetano dei morti

Annunci

The Voyage of Life

“Le cose cambiano. Stamani la camicia era pulita e stirata; adesso è sporca e stropicciata. Le banane, che erano acerbe, sono maturate. E il caffè nella tazzina si sta raffreddando. Nemmeno io sono quello di una volta: sono invecchiato, ho perso molti capelli, ho letteralmente cambiato ogni cellula del mio corpo. Eppure c’è un senso importante per cui sono sempre io, così come è naturale pensare che questa camicia sia proprio quella che ho indossato al risveglio e queste banane le stesse che ieri erano in negozio…”

Achille Varzi

La strada della Vita

“Molti la chiamano destino,

altri la chiamano caso

e altri ancora karma,

ma io preferisco chiamarla strada.

Ecco ciò su cui volevo farvi riflettere.

Il cambiamento.

A ogni curva la strada cambia

e a una discesa

può succedere un’altra discesa e poi un’altra ancora

o esserci un saliscendi continuo.

E non è solo questione di pendenza o di difficoltà,

ma anche di variazione di paesaggi e di esperienze

che si attraversano lungo questo percorso.

Vi sono momenti nei quali avvengono

variazioni così improvvise

da trasformare la vita in modo

da non sembrare neanche più la stessa.

Cambiano i personaggi, cambiano le comparse

e cambiano pure gli attori

che andavano per la maggiore.

Così in questi casi, che sono poi i casi di ogni vita,

cambiano le esperienze

e si apre un mondo nuovo e riesplode l’energia.

Il bello della strada di ciascuno è proprio identificabile

in queste variazioni o salti,

in realtà sconosciuti fino a poco prima.

Chissà cosa vi riserverà la vostra strada alla prossima curva?!”

 

C.M. in Un soffio di serenità – di C.Tenca, R. Barioglio, S. Montarolo

Turn! Turn! Turn!

 

Per ogni cosa
c’è la sua stagione
ed un tempo per ogni faccenda sotto il cielo.

Un tempo per nascere e un tempo per morire,
un tempo per piantare e un tempo per sradicare
un tempo per uccidere e un tempo per guarire,
un tempo per ridere e un tempo per piangere

Per ogni cosa
c’è la sua stagione
ed un tempo per ogni faccenda sotto il cielo.

Un tempo per costruire e un tempo per demolire
un tempo per ballare e un tempo per gemere
un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli

Per ogni cosa
c’è la sua stagione
ed un tempo per ogni faccenda sotto il cielo.

Un tempo d’amore, un tempo d’odio
un tempo di guerra, un tempo di pace
un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracci

Per ogni cosa
c’è la sua stagione
ed un tempo per ogni faccenda sotto il cielo.

Un tempo per vincere, un tempo per perdere
un tempo per stracciare, un tempo per cucire,
un tempo per amare, un tempo per odiare
un tempo per la pace, giuro che non è troppo tardi