Animale Guida – Il Porcospino

“Nella Ruota di Medicina al porcospino viene assegnato il posto del bimbo innocente. Il suo essere infatti è pacifico e amichevole, non attacca per primo. Quando poi gli capita, e succede di rado, di venire attaccato da un altro animale, gli bastano le sue spine per difendersi.

Le qualità tipiche che il porcospino impersona sono la fede e la fiducia.

La fede, secondo il vecchio detto, può spostare le montagne ed è quindi da considerare come una forza molto potente.

Il porcospino puù insegnare a essere aperti,  a scoprire ogni giorno qualcosa di nuovo e meraviglioso e a liberarsi ogni tanto dal mondo troppo serio e rigido degli adulti. Esso ha mantenuto intatta la sua capacità di stupirsi come un bambino e di nutrire una spensierata fiducia nel piano divino, che provvederà dall’alto a far procedere tutto nel migliore dei modi. L’amichevolezza e il carattere aperto nei confronti degli altri aiutano infatti ad aprire i cuori e a dividere con essi gioia e amore.”

Heike Owuso I simboli degli Indiani d’America

Istinto

“L’istinto umano è infinitamente superiore. L’istinto conduce all’intuizione e nell’intuizione c’è già la conoscenza. E’ l’istinto che conduce il ricercatore, che lo guida infallibile verso quella che sarà la scoperta. E’ l’istinto che gli permette di uscire dal labirinto della non-conoscenza e puntare sicuro verso il risultato.

Questo tipo di istinto, quello umano, è una possibilità purtroppo, ancora inesplorata, non investigata dalla scienza. Ho sempre chiesto che nelle scuole vengano sviluppati questi concetti che ritengo basilari: l’istinto e la fantasia.

Lasciando il bambino libero di esplicare queste possibilità, riusciremmo ad ottenere elementi di primaria importanza.

Il bambino possiede naturalmente un equilibrio fra l’istinto animale e quello della conoscenza umana, questo è un campo da scoprire.

Purtroppo oggi la scuola non è ancora in grado di lavorare in questa direzione, è necessario che ci arrivi se vogliamo migliorare l’intelligenza”.

 

Gustavo Rol