Strano piccolo pianeta

“Questi appunti di stasera, ti dicono niente?”

“Non lo so ancora. Un paio di loro mi dicono che non sono troppo sicuro che questo pianeta sia la mia patria. Hai mai la sensazione di essere un turista sulla terra? Cammini per strada e d’un tratto ti pare di essere capitata dentro una cartolina illustrata? Ecco come vive la gente di qui, in grandi scatole a forma di casa per tenersi al riparo dalla “pioggia” e dalla “neve”, con fori sui lati per poter guardare fuori. Vanno in giro dentro scatole più piccole, dipinte in vari colori, con ruote agli angoli. Hanno bisogno di questa “cultura della scatola” poichè ciascuna pensa a sè come reclusa in una scatola chiamata “corpo”, braccia e gambe, dita per prendere matite e attrezzi, linguaggi perchè hanno dimenticato come comunicare, occhi perchè hanno scordato come vedere. Strano piccolo pianeta. Vorrei che tu fossi qui. Tornerò presto a casa. Ti è mai successo?”

Richard Bach Un ponte sull’Eternità Una storia d’amore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...