Uno dei motivi per cui vale la pena Vivere

“Una grandissima parte della nostra esperienza è intangibile, gran parte di quello che percepiamo non può essere espresso con le parole, eppure quando noi comunichiamo l’uno con l’altro e sentiamo di aver stabilito un contatto e crediamo di essere stati capiti secondo me proviamo una sensazione quasi di comunione spirituale, ed è forse una sensazione transitoria, ma è ciò per cui viviamo..”

Citazione tratta dal film Waking Life

6 risposte a "Uno dei motivi per cui vale la pena Vivere"

    1. Ben detto!!! Abbasso la negatività!!! Le nostre emozioni e i nostri stati interiori di coscienza sono in costante mutamento e a volte ci ritroviamo a provare sensazioni contrastanti che provengono dall’esterno o da nostre paure e paranoie… Occorre lasciarle andare senza attaccamento o disperazione, osservando la propria esistenza dall’esterno… Noi siamo Attori che prendeno parte al grande Dramma dell’esistenza… Fantastico, no?

      1. Dramma non ha per forza una connotazione negativa poichè il significato estensivo fa riferimento ad un’opera letteraria scritta per la rappresentazione teatrale che può essere tragica o comica, sacra o profana… Entrambi i termini scelti rappresentano perfettamente le nostre esistenze… Have a nice day!!!

  1. Oltre ad essere uno dei motivi per cui vale la pena vivere credo che nel tipo di sensazione descritta è nascosta la natura di ciò che siamo davvero, della vita in sé, scoprendo una parte di se stessi che non si conosce perchè poco c’entra con l’apparenza fisica e la consapevolezza dei propri pensieri…

    1. Hai perfettamente ragione! Il contatto che stabiliamo con gli altri è la scintilla che ci permette di comprendere noi stessi… Solo attraverso l’unione con il prossimo, l’uomo può dire di esistere… I LINK THEREFORE I AM… Questo motto significativo adottato dallo scrittore americano Mark Amerika implica il fatto che l’esistenza dell’uomo non deriva più dalla sua capacità di mettere in dubbio qualsiasi affermazione, ponendosi come soggetto pensante, come teorizzava Cartesio nel XVII secolo, ma dall’unione che istituisce con l’Altro: rappresentazione del suo Sè molteplice.
      Have a nice day!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...